Classe Energetica

Data: 6 Giugno 2012

Legambiente: quanta energia sprecano gli edifici

200 edifici in 21 città d’Italia, da Bolzano a Firenze, da Roma a Bari. Legambiente li ha termografati evidenziando le carenze dell’involucro e le conseguenti dispersioni termiche, ma anche rilevando, negli edifici ben costruiti, il buon isolamento termico, che si traduce in vivibilità e bassi consumi energetici.

Gli edifici ben progettati e costruiti, certificati in “Classe A”, mostrano invece un comportamento omogeneo delle facciate e l’assenza di ponti termici significativi, in essi sono studiati tanto l’esposizione dell’edificio quanto i materiali delle diverse facciate, al fine di sfruttare al meglio la radiazione solare, minimizzando i consumi energetici per il condizionamento invernale. È il caso, ad esempio, del Kondominium Rosenbach a Bolzano, gli immobili in via Cittadella a Firenze, o le Case Passive in località Fontana a Perugia, i cui fortunati abitanti arrivano a pagare fino a 2000 euro in meno all’anno di energia rispetto a chi abita in una casa di Classe G.

In un periodo di crisi come quello attuale, l’innovazione proposta dall’Unione Europea apre nuove prospettive di sviluppo, per azzerare le bollette delle famiglie e per creare lavoro. Legambiente chiede al Governo di percorrere una chiara strada di innovazione, in primo luogo introducendo regole omogenee in tutta Italia per la certificazione e, soprattutto controlli sugli edifici e sanzioni per chi non rispetta le regole; poi stabilendo per i nuovi edifici e per le ristrutturazioni importanti lo standard minimo obbligatorio di Classe A; infine premiando nelle ristrutturazioni edilizie il miglioramento della classe energetica.

Clicca per leggere l'articolo.

web design / web site